[tt_section_title title_alignment=”text-center” section_separator=”yes” separator_position=”after_description” separator_color_option=”custom-color” title=”Chi Siamo” separator_color=”#03a9f4″][/tt_section_title]

Comitato Nazionale Italiano Fair Play
Il Comitato Nazionale Italiano Fair Play, nato nel 1994, è un’associazione benemerita del CONI. Membro del Comitato Internazionale per il Fair Play e membro del Movimento Europeo Fair Play.
L’Associazione è una no profit che ha in essere accordi con diverse associazioni e istituzioni:
Associazione Volontari Italiani Sangue (AVIS);
Associazione Italiana per la Donazione di Organi (AIDO);
Centro Universitario Sportivo Italiano (CUSI);
Unione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro (UNMIL);
Federazione Italiana Fisioterapisti (FIF);
Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI);
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR).

Bandiera Fair Play
Bandiera Fair Play è un progetto dedicato alla ricerca e alla selezione delle realtà che costituiscono le risorse più pregiate del “Sistema Italia”.
Il nostro paese è in grado di produrre qualità, talento, sviluppo tecnologico, nuovi modelli organizzativi e impegno ambientale. Laddove nuovi stili di vita sostenibili rappresentano una forma di evoluzione positiva per bilanciare la continua espansione e il costante sfruttamento delle risorse del pianeta, il singolo cittadino è in grado di agire sulla società, con azioni che possono avere una ricaduta positiva sul bene comune.
Le ricche risorse di capitale umano possono ‘fare società’ instaurando nuove relazioni produttive in grado di generare rinnovato entusiasmo e fiducia, necessari per il funzionamento e la competitività del nostro paese.
Bandiera Fair Play si propone quale veicolo di promozione e comunicazione dei progetti innovativi che hanno come obiettivo l’apertura verso nuovi orizzonti e nuove fonti di valore; vuole essere quindi un progetto di responsabilità sociale e uno stimolo concreto per la crescita consapevole, particolarmente attento a far emergere le straordinarie capacità creative di tutti i cittadini, delle Istituzioni, dei Comuni e delle Aziende in Italia.
A tal proposito nel contesto della Bandiera Fair Play si inserirà a breve il “progetto Fair Player” che si prefigge di istituirne una vera e propria figura professionale.
Il Fair Player si occuperà delle “buone prassi” ed avrà l’obiettivo di operare prevalentemente nel settore sportivo, nelle organizzazioni connesse allo sport come le federazioni sportive, le società sportive a.s.d., gli enti di promozione sportiva e sociale; nelle istituzioni e nelle amministrazioni pubbliche e private; nelle Università, nelle Scuole e negli Istituti e Centri di formazione; nelle aziende pubbliche e private.

I Fair Players avranno una responsabilità e uno specifico ruolo da svolgere, ancora più importante se volti ad introdurre nel loro agire quotidiano i concetti fondamentali del fair play.
Gli obiettivi del “progetto Fair Player” saranno:
guidare le amministrazioni pubbliche nell’incoraggiare e sostenere le organizzazioni che dimostrano sani principi etici attraverso la sensibilizzazione degli amministratori e formando/informando dirigenti e operatori del settore sportivo e della promozione sociale ai valori e alla pratica e diffusione del fair play come stile di vita;
incoraggiare gli insegnanti a considerare la promozione dello sport e del fair play quale componente fondamentale dei programmi scolastici, di educazione fisica, di educazione civica, di educazione sanitaria e della sana alimentazione;
sostenere le iniziative mirate alla promozione del fair play nello sport, particolarmente tra i giovani, incoraggiando tutti i soggetti coinvolti a porre il fair play come priorità;
incoraggiare la ricerca per migliorare la comprensione dei complessi problemi della pratica sportiva giovanile per identificare e individuare i comportamenti antisportivi e indicare le opportunità per promuovere il fair play;
supportare le organizzazioni sportive nella redazione e pubblicazione di linee guida chiare per definire i comportamenti conformi o non conformi all’etica e nel verificare l’applicazione di incentivi e/o sanzioni coerenti e appropriate;
incrementare la coscienza sul fair play della propria sfera di influenza attraverso campagne di opinione, premi, materiale educativo e opportunità di formazione, sorvegliando e valutando l’impatto di queste iniziative;
applicare le moderne tecnologie e tecniche di comunicazione;
creare sistemi che premiano il fair play e la progressione personale, oltre che il successo agonistico con particolare attenzione verso i giovani per garantire che la struttura agonistica riconosca le esigenze speciali del giovane e del bambino;
promuovere la verifica dei regolamenti perché l’enfasi venga posta sul fair play oltre che sul successo agonistico;
garantire che tutti i membri dell’organizzazione con responsabilità verso i bambini e i giovani siano ben qualificati per guidare, formare, educare e allenare queste fasce d’età e sappiano capire, in particolare cambiamenti biologici e psicologici implicati nel processo di maturazione dei bambini.

Attraverso un percorso formativo ad hoc, la professionalità acquisita dal Fair Player gli consentirà di:
definire i comportamenti conformi, o non, all’etica e verificare l’applicazione di incentivi e/o sanzioni coerenti e appropriate;
incrementare la coscienza del fair play nell’ambito della propria sfera di influenza attraverso una corretta campagna di comunicazione diretta e indiretta, sorvegliando e valutando l’impatto di queste iniziative;
essere in grado di guidare, formare, educare e allenare – in senso ludico – e saper capire, in particolare, i cambiamenti biologici e psicologici, implicati nel processo di maturazione del bambino e del giovane;
saper comunicare e conoscere correttamente le tecniche di comunicazione: saper parlare in pubblico e presentare le eventuali iniziative;
conoscere le norme ISO in relazione alla materia e saper redigere il manuale di qualità;
essere in grado di promuovere eventi ed essere preparato alla risoluzioni dei problemi che si dovessero verificare;
conoscere gli elementi fondamentali di storia dello sport e delle discipline sportive.
Per ulteriori informazioni scrivi a presidenza@fairplaysport.it

TESSERAMENTO 2021